Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha condotto una serie di accurati controlli nell’area del comune di Adrano indagando alcune persone ritenute responsabili di diversi reati.

Una donna di 51 anni è stata denunciata in stato di libertà per violenza privata, in quanto avrebbe agito, in ambito lavorativo, con continui insulti e angherie nei confronti di una dipendente la quale, esausta per i continui soprusi subiti, ha deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato che, dopo alcuni accertamenti, hanno indagato in stato di libertà la presunta responsabile per il reato di violenza privata.

Inoltre, è stato indagato in stato di libertà un uomo di 45 anni, gravemente indiziato di violazione colposa dei doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro perché, nominato custode di un veicolo sequestrato che avrebbe dovuto tenere in un terreno di sua proprietà, non aveva ottemperato a tale dovere, tanto che il mezzo in questione non risultava più presente nel luogo indicato.

Nei giorni precedenti, infine, agenti del Commissariato hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio che ha visto il coinvolgimento anche di diversi equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Sicilia Orientale” di Catania: sono state controllate 61 persone, 28 tra autoveicoli e motoveicoli e sono stati effettuati diversi posti di controllo che hanno portato alla contestazione di diverse sanzioni al Codice della Strada, tra cui una per guida senza patente e una per mancanza di copertura assicurativa, per le quali è stato disposto anche il sequestro amministrativo dei mezzi.