Nei giorni corsi 5 persone originarie del territorio agrigentino sarebbero state soggette ad una richiesta di rinvio a giudizio da parte del sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento per il reato omicidio colposo e favoreggiamento.

I fatti sarebbero avvenuti lo scorso Aprile a Lampedusa quando un povero 65enne che si trovava tranquillamente seduto davanti la propria abitazione di casa sarebbe stato travolto da un’auto. In seguito al sinistro, nonostante fosse stato immediatamente trasportato all’ospedale Civico di Palermo, sarebbe deceduto dopo pochi giorni di agonia.
Secondo l’accusa a causare l’incidente sarebbe stato il disinserimento del freno a mano del mezzo parcheggiato in discesa da parte di un sospettato corrispondente ad una Renault Scenic la quale però, dopo la tragedia, sarebbe stata sostituita con un Fiat Doblò dagli altri protagonisti della storia al fine di ripulirne le tracce ematiche.