In seguito ad una denuncia portata avanti nel 2015 il produttore musicale de “Il Volo” Michele Torpedine è stato citato a giudizio per il reato di infedeltà patrimoniale.

Stando a quanto emerso dalle indagini condotte dalla guardia di finanza ed avviate in seguito alla denuncia presentata da parte dei legali di Tony Renis pare che Torpedine, amministratore della società Redentor che gestiva il trio canoro siciliano in esclusiva, abbia stipulato un patto in esclusiva a favore della Family Srl, società di cui era amministratore unico, che avrebbe finito col far subire un danno non solo dei diritti di esclusiva dei cantanti ma anche dei compensi generati dal trio a sfavore della stessa Redentor, dove Renis era socio al 50%.

Il primo dibattimento del caso è stato dunque fissato per il prossimo 22 gennaio dove i legali di Renis si costituiranno parte civile “per il doveroso risarcimento del danno”.