Agrigento, giornalista morta di Malaria: disposti 7 avvisi di garanzia per medici e infermieri

Agrigento, giornalista morta di Malaria: disposti 7 avvisi di garanzia per medici e infermieri

Proseguono le indagini sulla tragica morte della collega giornalista deceduta dopo aver contratto la Malaria.

Loredana Guida, questo era il suo nome, pare avesse preso la malattia in seguito ad un viaggio di piacere in Nigeria. Una volta tornata a casa si era recata in stato febbrile presso il pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento dove, stando a quanto riferito dai familiari e confermato dall’Asp, avrebbe riferito del suo viaggio al triage.

L’informazione, giudicata basilare, però non avrebbe allarmato il personale sanitario presente facendole dare un codice verde per il quale ha aspettato ben 9 ore prima di firmare le dimissioni ormai stanca di aspettare.

La 44enne sarebbe pero ritornata al nosocomio agrigentino dopo soli 5 giorni di peggioramenti dei sintomi dettati dalla malattia africana che avrebbero finito con il farla andare in coma e successivamente portarla alla morte nella notte del 27 gennaio scorso.

Nei giorni scorsi, forti del grandissimo clamore suscitato dalla perdita della povera collega nonché insegnante di scuola, sono state avviate le indagini per l’ipotesi di reato di omicidio colposo da parte dell’autorità giudiziaria culminate, per ora, con la diramazione di 7 avvisi di garanzia per medici e infermieri del San Giovanni di Dio.

Intanto lunedì prossimo è stata prevista l’autopsia del corpo della giornalista dove, per volontà della Procura di Agrigento, parteciperà anche un infettivologo.

Di Pietro Geremia

Ti potrebbe interessare anche  Sicilia, aggrediscono il ragazzo e tentano di violentare la ragazza: 3 arresti

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.