L’Ordine degli architetti firma i primi protocolli d’intesa con le pubbliche amministrazioni: l’obiettivo è garantire il supporto tecnico dell’Ordine nelle procedure concorsuali con la concessione a titolo gratuito della piattaforma informatica del Consiglio nazionale degli architetti (Cna), su cui i concorsi si svolgono velocemente e con ampia garanzia di anonimato.

Nel corso del convegno “Nuovi scenari per l’economia, tra guerra in Ucraina, pandemia e Recovery Plan”, promosso dall’Ordine degli architetti, presieduto da Rino La Mendola, svoltosi ieri pomeriggio nell’aula Crescente del Consorzio universitario Empedocle, relatori di prestigio si sono alternati per spiegare i vantaggi e le opportunità messi a disposizione attingendo alle risorse stanziate dallo Stato lo scorso 17 dicembre.

“Accesi i riflettori sui nuovi scenari economici determinati dalla drammatica guerra in Ucraina piuttosto che dalla pandemia da Covid-19 e contestualmente abbiamo lanciato i primi concorsi di progettazione che gli enti beneficiari delle risorse stanziate dallo Stato dovranno bandire entro il prossimo 18 agosto – afferma Rino La Mendola – A queste risorse potranno accedere il Libero Consorzio di Agrigento e i comuni con meno di 30mila abitanti per un importo complessivo di 1milione600mila euro, in termini di montepremi per concorsi di progettazione che genereranno sul nostro territorio una serie di lavori per un importo di 60milioni di euro.

Un’occasione da non perdere molto importante per il territorio, ecco perché il Consiglio dell’Ordine ha dato la possibilità agli enti beneficiari di sottoscrivere un protocollo d’intesa così da garantire il nostro supporto tecnico – logistico affinché questi enti possano bandire i concorsi entro la scadenza del 18 agosto. Abbiamo ricevuto richiesta dai primi enti con i quali è stato sottoscritto il protocollo d’intesa così da cominciare con i concorsi di progettazione utili ad avviare nuove opere pubbliche e interventi di rigenerazione urbana, capitalizzando così le risorse del PNRR”.

Presente anche il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, che ha sottolineato l’importanza di accedere ai fondi erogati dallo Stato.

“Spero ci siano degli sviluppi concreti – dichiara il prefetto Cocciufa – perché si tratta di una occasione unica ed è un peccato sia sprecata. Certo, i Comuni hanno bisogno di supporto e di persone che redigano i progetti e, per questo, credo sia utile il rapporto di collaborazione con l’Ordine degli architetti anche in considerazione dei tempi brevi.

È una iniziativa che va nella direzione giusta. Stiamo cercando di spronare i Comuni, anche perché dal Ministero arrivano delle forti sollecitazioni, ma è difficile che vengano fatti progetti nonostante gli strumenti messi a disposizione perché i Comuni hanno difficoltà a causa della carenza di personale. C’è un altro aspetto che riguarda la vigilanza, affinché queste somme siano utilizzate bene e vadano a imprese sane che lavorano nella legalità. Su questo siamo fortemente chiamati a vigilare”.

Fondi, dunque, capaci di generare sviluppo creando le condizioni affinché siano eseguiti importanti interventi su opere pubbliche a beneficio della comunità.

“Un’interessante iniziativa per spiegare ai Comuni come con i soldi per le progettazioni si possano avviare i lavori per svariati milioni di euro – dice Giancarlo Cancelleri, sottosegretario di Stato al ministero delle Infrastrutture e Mobilità – Con l’architetto Rino La Mendola abbiamo programmato questo incontro per spiegare ai sindaci come le somme a disposizione per la progettazione sviluppano lavori per oltre 20milioni di euro, opportunità per il territorio che non vanno lasciate al caso.

Ecco perché abbiamo voluto radunare tutti quanti e creare il punto di appoggio. Oggi si sono poste le basi per avviare una collaborazione tra enti pubblici e attività private, quali studi di progettazione, ordini professionali, che si mettono a disposizione affinché le risorse arrivino ai territori così da generare sviluppo economico, posti di lavoro e, finalmente, non perdere neanche un centesimo delle opportunità”.

Al convegno, moderato dalla giornalista Giovanna Neri, hanno portato il loro prezioso contributo, oltre al presidente La Mendola, Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme; Lilia Cannarella, responsabile del dipartimento Agenda Urbana del Cna; il celebre architetto Gianluca Peluffo. Dopo le relazioni, si è svolta la tavola rotonda sul tema “I concorsi per accedere al PNRR” alla quale hanno partecipato don Mario Sorce, Cartello sociale Agrigento e direttore diocesano pastorale sociale; Salvatore Pezzino, Camera di commercio; i sindaci Margherita La Rocca Ruvolo (Montevago), Vincenzo Maniglia (Racalmuto), Marilena Mauceri (Menfi), Alfonso Provvidenza (Grotte), Santo Borsellino (Cattolica Eraclea) e Raffaele Sanzo, commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Agrigento.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.