Un anno di reclusione e una provvisionale di risarcimento di 50 mila euro. E’ questa la condanna stabilita dal tribunale di Agrigento per un medico accusata di omicidio colposo nei confronti di una paziente. Tutto ha inizio nel luglio 2012 dove la vittima, una 36enne di Porto Empedocle, si era recata presso l’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento accusando dei forti dolori alle spalle e alle braccia. A quanto pare, il dottore incriminato avrebbe diagnosticato alla donna un semplice colpo di freddo mentre invece si trattava di una patologia molto più grave consistente nella “sindrome coronaria acuta”: un problema cardiaco che ha portato la vittima alla morte. In seguito al decesso, il marito della paziente ha così deciso denunciare l’ospedale per via della , secondo lui, negligenza del medico durante le analisi. Alla denuncia sono così scattate le indagini che hanno infine portato il dottore alla condanna ad un anno di carcere e al pagamento di un anticipo del risarcimento alla famiglia della vittima, precisamente 30 mila euro alle sorelle della donna e 20 mila euro al fratello.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.