Agrigento, restyling della rotatoria Giunone: L’ordine degli agronomi “Il lavoro va pagato”

Agrigento, restyling della rotatoria Giunone: L’ordine degli agronomi “Il lavoro va pagato”

L’Ordine degli agronomi e dei dottori forestali, presieduto da Maria Giovanna Mangione, si schiera a fianco dell’Ordine degli architetti che, ieri mattina, è intervenuto sull’incarico di progettazione per il restyling della rotatoria Giunone affidato gratuitamente a un architetto.

“Pieno sostegno al presidente dell’Ordine degli architetti Alfonso Cimino – afferma Maria Giovanna Mangione – Mi pare appena il caso di sottolineare che l’articolo 36 della Costituzione italiana garantisce al lavoratore il diritto alla retribuzione. Non solo.

La questione solleva anche un aspetto etico poiché il Codice deontologico prevede la retribuzione di una professionalità. In un momento in cui occorre qualità progettuale si tende, invece,a differenza di quanto conquistato con il Codice degli appalti, con le Direttive europee dei servizi, ad affidare incarichi a costo zero gratuiti ledendo la dignità del professionista.Questo è assolutamente indignitoso e indecoroso.

Attenzione a non confondere le indicazioni rese da un Ordine professionale, con la disponibilità di un professionista a redigere gratuitamente un progetto. L’incarico a costo zero per la progettazione gratuita va contro la Costituzione italiana, le norme dell’Anac e le normative europee e contro l’etica del diritto al lavoro”.

Condividi su...

Un commento su "Agrigento, restyling della rotatoria Giunone: L’ordine degli agronomi “Il lavoro va pagato”"

  1. Rocco Miranda   18 Ottobre 2019 at 18:39

    Sante parole
    ..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.