Non sembra avere nessuna pace la spiaggia di San Leone.

Nonostante l’eccezionale deposizione di sabbia, antistante il viale delle dune che avrebbe fatto così risultare la spiaggia larga quasi 40 metri, al di sotto sarebbero rimasti ancora una ventina di ferri e legni, residuati dallo smontaggio approssimativo del locale “oceanomare”, che durante la prossima stagione estiva ricompariranno nuovamente e pericolosamente sulla battigia.

“Sarebbe necessario intervenire ora per eliminarli definitivamente e riportare in sicurezza ed in piena balneazione, questo tratto di mare. Proprio con questa motivazione abbiamo allertato la Capitaneria di porto e l’Ufficio del Demanio marittimo” – riporta l’associazione ambientalista MareAmico in una nota sul proprio profilo social di Facebook.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.