Agrigento, ritorna la spiaggia ma restano i relitti dei locali: la protesta di MareAmico

Agrigento, ritorna la spiaggia ma restano i relitti dei locali: la protesta di MareAmico

Non sembra avere nessuna pace la spiaggia di San Leone.

Nonostante l’eccezionale deposizione di sabbia, antistante il viale delle dune che avrebbe fatto così risultare la spiaggia larga quasi 40 metri, al di sotto sarebbero rimasti ancora una ventina di ferri e legni, residuati dallo smontaggio approssimativo del locale “oceanomare”, che durante la prossima stagione estiva ricompariranno nuovamente e pericolosamente sulla battigia.

“Sarebbe necessario intervenire ora per eliminarli definitivamente e riportare in sicurezza ed in piena balneazione, questo tratto di mare. Proprio con questa motivazione abbiamo allertato la Capitaneria di porto e l’Ufficio del Demanio marittimo” – riporta l’associazione ambientalista MareAmico in una nota sul proprio profilo social di Facebook.

Di Pietro Geremia

Ti potrebbe interessare anche  Mondello, si sente male in un B&B: giovane in gravissime condizioni salvata in extremis

Condividi su...

Un commento su "Agrigento, ritorna la spiaggia ma restano i relitti dei locali: la protesta di MareAmico"

  1. Giuseppe Bello   29 Gennaio 2020 at 14:22

    Interessante da Siciliano apprezzo molto chi parla dei problemi legati alla nostra amata Sicilia

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.