Delitto e castigo in poche ore a Lampedusa.
Nell’isola appartenente al territorio di Agrigento gli uomini dell’arma dei carabinieri hanno denunciato a piede libero un tunisino per il reato di furto.

Stando a quanto emerso l’extracomunitario si sarebbe appropriato illecitamente di un telefonino custodito all’interno di una borsa di un turista depositata un’autovettura a noleggio. Una volta accorto dell’ammanco alla vittima non è rimasto altro che denunciare il furto facendo così partire le indagini culminate nell’individuazione del tunisino alloggiato presso l’Hot Spot di Contrada Imbriacola.