La carenza di personale in Endoscopia si traduce nell’allungamento dei tempi d’attesa per le indagini diagnostiche, tra le quali si annovera anche la colonscopia.

L’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Omceo) di Agrigento interviene a seguito di diverse segnalazioni ricevute, anche da parte di pazienti oncologi che, al contrario, hanno necessità di sottoporsi agli esami con l’urgenza che il caso richiede.

“Ci è stato segnalato che per sottoporsi a una colonscopia occorrono tempi lunghi – afferma Santo Pitruzzella, presidente di Omceo Agrigento – Questo è improponibile, soprattutto quando a farne richiesta sono i soggetti neoplasici che non possono aspettare tanto mettendo a repentaglio la propria salute e, in taluni casi, la propria vita.

In questo contesto, e con l’obiettivo di far sì che l’Asp possa in tempi stretti intervenire alleviando la situazione, ne ho immediatamente informato il commissario straordinario dell’Asp, Mario Zappia, che ringrazio, il quale ha manifestato la piena disponibilità a risolvere la criticità legata alla carenza di personale avvalendosi di prestazioni aggiuntive, così da ottemperare alle urgenze.

Auspichiamo, dunque, in una tempestiva risoluzione del problema così da dare anche ai pazienti affetti da tumore, la possibilità di sottoporsi alla colonscopia in tempi ragionevolmente brevi”.