Carabinieri
Carabinieri

Poteva finire nel peggiore dei modi il tentativo di suicidio posto in essere nei giorni scorsi da parte di un professionista di Agrigento.

L’uomo, di circa 40 anni e residente nella Città dei Templi, avrebbe chiamato il numero unico di emergenza 112 spiegando che, non riuscendo più a ripianare alcuni debiti pregressi, aveva intenzione di togliersi la vita.

Data l’estrema delicatezza della situazione e capendo il reale pericolo, dopo aver rintracciato la chiamata i carabinieri della locale Compagnia si sarebbero precipitati in contrada San Benedetto dove sono riusciti ad individuare il povero 40enne seduto all’interno della propria auto dove aveva collegato il tubo di scappamento all’interno del mezzo in attesa dell’asfissia.

Fortunatamente per l’aspirante suicida i militari sono giunti in tempo riuscendo a trasportarlo presso il pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio dove i medici hanno proceduto alla disintossicazione del veleni del fumo.