Il commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, Mario Zappia, replica ad alcune considerazioni rese a mezzo stampa dall’on Carmelo Pullara in merito all’accorpamento di alcuni reparti ospedalieri e a presunte inadempienze gestionali:

“la Direzione strategica dell’Azienda Sanitaria Provinciale non ‘gioca a nessun gioco’, come dichiarato dall’on. Carmelo Pullara, nel pianificare l’assistenza ospedaliera in provincia ma è anzi costantemente impegnata per garantire alla collettività la massima qualità nell’erogazione delle prestazioni sanitarie razionalizzando, con serietà e al meglio, ogni risorsa professionale e strutturale disponibile.

Ciò premesso, va detto che durante il periodo estivo, da luglio a settembre, si registra un fisiologico calo dei ricoveri ospedalieri che suggerisce l’ordinarietà di procedere nell’accorpamento di alcuni reparti presso tutti i nosocomi della provincia.

A Licata, per mero esempio, presso il reparto di cardiologia riscontriamo in questo periodo la presenza di non più di due o tre pazienti ricoverati al giorno a fronte di una disponibilità di dieci posti letto certamente meglio utilizzabile.

Saremo ben lieti – conclude il commissario Zappia – di illustrare in ogni sede istituzionalmente competente qual è il ruolo peculiare di qualsiasi management nella gestione dell’assistenza ospedaliera insieme ai criteri di scelta da rendere sempre flessibili alle esigenze contingenti del periodo”.