Assalto alle Poste di Messina, la bomba avrebbe potuto uccidere

Assalto alle Poste di Messina, la bomba avrebbe potuto uccidere

Assalto alle Poste di via La Farina, la bomba avrebbe potuto anche uccidere eventuali passanti che si fossero trovati nelle vicinanza al momento della deflagrazione.

Secondo gli investigatori sarebbero stati utilizzati almeno
due chilogrammi di polvere pirica che ha scatenato una potente detonazione, la
quale sarebbe stata in grado di mietere vittime. Lo scoppio si è sentito in
buona parte della città, a chilometri di distanza dall’incrocio tra la via La
Farina e la via Roma.

Un ordigno rudimentale ad alto potenziale. Gli inquirenti hanno concluso il lavoro investigativo, grazie al supporto degli artificieri della polizia, per fare luce sull’esplosione avvenuta lo scorso giovedì alle 19 circa, nella sede postale.

I malviventi, si presume siano almeno due, ma potrebbero essere anche di più, facendo brillare la bomba carta, avrebbero avuto l’intenzione di aprirsi un varco per giungere al caveau e svuotarlo del denaro contenuto. Pare che vi fossero parecchie decine di migliaia di euro, necessari al pagamento delle pensioni.

Fonte: gds.it
(http://messina.gds.it/2019/02/03/assalto-alle-poste-di-messina-la-bomba-avrebbe-potuto-uccidere_995094/)

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.