Azioni da comprare per il 2020, ecco 3 nomi da tenere sotto controllo

Azioni da comprare per il 2020, ecco 3 nomi da tenere sotto controllo
Azioni da comprare nel 2020

Sei sempre alla ricerca di azioni da comprare per il 2020? Ebbene, qualche tempo fa The Motley Cool, sul sito Nasdaq, ha fatto un bel lavoro per te: ha individuato tre titoli che potrebbe valer la pena comprare subito e tenere in portafoglio per l’intero anno.

Ma quali sono? E per quale motivo è stato espresso un tale ottimismo?

Spotify

Il primo titolo sotto la lente è Spotify, che l’anno scorso ha segnato un importante cambiamento strategico nel suo business dello streaming musicale, considerato che ha investito 400 milioni di dollari per acquisire tre società, nel tentativo di accelerare il proprio percorso di espansione oltre la musica: i podcast. Spotify vuole offrire qualcosa di più della semplice riproduzione multimediale, e sta cercando di diversificare il proprio business.

I podcast rappresentano in particolar modo un percorso privilegiato verso margini più elevati, in quanto quella forma di contenuto non comporta lo stesso tipo di onere di royalty del core business musicale. Gli ascoltatori di podcast si stanno anche convertendo ad abbonamenti a pagamento a tariffe più alte, contribuendo ulteriormente alla redditività. Spotify scommette dunque sui contenuti originali dei podcast, quale leva per poter stimolare l’engagement degli utenti e allo stesso tempo garantire una maggiore efficienza dei costi.

Ricordiamo che ad oggi Spotify ha generato rendimenti sottotono per gli investitori da quando è stata quotata in Borsa, in gran parte proprio a causa delle preoccupazioni degli analisti sulla sua redditività, perché i costi maggiori dell’azienda sono di natura variabile. Questo rende difficile scalare e godere della leva operativa, ma il 2020 potrebbe essere un punto di svolta.

Okta

Anche se Okta ha già ottenuto ottime prestazioni nel 2019, diversi analisti ritengono che nel 2020 potrebbero fare ancora meglio. L’azienda si sta guadagnando una posizione di crescente rilievo nel settore IAM, ottenendo buoni risultati contro rivali molto più blasonati come Microsoft, Oracle e IBM. La piattaforma di Okta ha la più ampia e profonda serie di integrazioni di applicazioni di terze parti (oltre 6.500) del settore, con un enorme vantaggio nel mondo del software aziendale.

Insomma, sebbene Okta abbia pubblicato risultati notevoli e abbia incrementato i propri obiettivi per l’intero scorso anno, tutte le sue metriche operative principali sembrano andare nella giusta direzione anche nel 2020.

Disney

Chiudiamo infine con Disney, il colosso dell’intrattenimento, che ha già avuto un buon successo nel 2019, superando di qualche punto percentuale i rendimenti dell’S&P 500. Ciò è dovuto principalmente a un flusso costante di buone notizie intorno a Disney+, il servizio di video-streaming di punta dell’azienda, lanciato a novembre negli USA e presto in arrivo anche in Italia .

Disney sta facendo crescere come mai prima d’ora il suo business diretto al consumatore, coltivando rapporti diretti con gli abbonati che storicamente raggiungeva attraverso gli operatori via cavo.

Insomma, il 2020 per Disney potrebbe essere un esercizio da ricordare, e per tutti gli investitori in tale società di entertainment potrebbe essere realmente una ghiotta notizia.

Ti potrebbe interessare anche  Sicilia, sequestro petrolchimico di Siracusa: interviene Giancarlo Cancelleri, candidato M5S alla presidenza della Regione

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.