Caltanissetta, è ai domiciliari ma litiga continuamente con i familiari: 30enne condotto in carcere

Caltanissetta, è ai domiciliari ma litiga continuamente con i familiari: 30enne condotto in carcere

Gli uomini della polizia di stato di Caltanissetta hanno condotto in carcere un 30enne originario del posto e posto ai domiciliari.

All’uomo, condannato in via definitiva dalla Corte di Appello nissena nel febbraio del 2019 ad un anno e 8 mesi di reclusione per furto aggravato, era stato concesso da parte del tribunale di sorveglianza l’esecuzione della pena presso il proprio domicilio ma, sfortunatamente, la sua presenza non avrebbe favorito i rapporti con i familiari al punto tale da portare il Magistrato far sospendere la misura alternativa disponendo così il suo ritorno presso la casa circondariale.

Ti potrebbe interessare anche  Sicilia, si finge vittima di usura e incassa soldi dallo stato: condannato agente di commercio

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.