Continuano i casi di abusi sessuali in città, dopo la notizia di un medico che ha tentato di abusare della segretaria arriva un altro caso, questa volta si tratta di un 60enne di Canicattì che avrebbe palpeggiato una giovane di 26 anni, amica del figlio, dopo averla fatta bere più del dovuto.

La ragazza, secondo quanto si apprende dagli atti giudiziari, sarebbe rimasta da sola in casa con il 60enne e quest’ultimo ne avrebbe approfittato per denundarla e palpeggiarla. L’uomo adesso dovrà rispondere del reato di violenza sessuale aggravata.

La ragazza ha confermato le accuse in tribunale in occasione dell’incidente probatorio davanti al gip di Agrigento, Stefano Zammuto.

Il 60enne, difeso dall’avvocato Diego Giarratana, ha negato le accuse che gli vengono mosse. I fatti contestati risalgono al 16 giugno del 2018.