Satanismo Canicattì

Novità sull’episodio relativo agli atti vandalici nelle scuole: Don Bosco e Padre Gioacchino La Lomia che in queste ore ha avuto una ribalta nazionale a causa di una presunta pista satanica. In particolare, sui danneggiamenti che hanno riguardato il plesso scolastico Don Bosco, in via Pirandello, ci sono due testimoni che avrebbero visto 3 ragazzi incappucciati , due uomini e una donna, alti circa 1.75, scalvacare il recinto della scuola, dare calci e pugni alle finestre e poi salire sul tetto della stessa. Non sappiamo se gli atti vandalici con relativi simboli satanici avvenuti nel plesso “Padre Gioacchino La Lomia” e quelli accaduti nella scuola Don Bosco sono legati tra loro, ma secondo la testimonianza raccolta in esclusiva dalla nostra redazione,  il misfatto sarebbe accaduto il 26 dicembre mentre la notizia è stata diffusa solo ieri. Ma cosa hanno visto di preciso i due testimoni? “Eravamo in un garage adiacente la scuola Don Bosco per delle prove di musica con i nostri strumenti – dichiarano – abbiamo sentito un rumore di vetri rotti e  siamo usciti fuori, intorno alle 19.00 del 26 dicembre, abbiamo notato tre ragazzi incappucciati che scavalcavano il recinto della scuola, uno di loro era una donna, lo abbiamo notato dagli indumenti,  e dalle scarpe di colore rosa. I tre hanno iniziato a dare calci e pugni alle finestre nel tentativo di entrare e poi sono saliti sul tetto della scuola”. Come mai  non avete avvertito subito le forze dell’ordine? Abbiamo avuto paura, pensavamo fosse una bravata senza conseguenze, adesso, leggendo le varie notizie sul web, ci siamo resi conto che non è stato così, abbiamo sbagliato a non chiamare subito polizia o carabinieri“. Intanto le indagini del commissariato di pubblica sicurezza, diretto dal vice questore Valerio Saitta, vanno avanti nella speranza di riuscire a risalire all’identità dei responsabili di queste azioni criminali. Nei prossimi giorni  della vicenda potrebbe  anche occuparsi la trasmissione “Pomeriggio 5” con un approfondimento sul posto curato dal nostro direttore Davide Difazio. L’episodio di Canicattì sta facendo discutere molto poichè, satanismo o meno, è simbolo di un disagio sociale che va attenzionato su vari fronti.