Si è tenuta ieri, 16 dicembre 2018, l’Assemblea dei Soci della Banca San Francesco di Canicattì per deliberare le modifiche statutarie propedeutiche all’adesione al Gruppo Bancario Iccrea (GBI).

La nutrita partecipazione dei Soci ha decretato con voto unanime l’adesione al nuovo gruppo che rappresenta la prima Banca Locale del Paese.
Un momento di storico cambiamento per la Banca San Francesco, dichiara il Presidente Vincenzo Di Giacomo, perché l’ingresso nel Gruppo Nazionale Iccrea permetterà alla nostra Banca di sostenere con maggiore forza e capillarità lo sviluppo e il sostegno del territorio, preservando la storia e i valori che hanno contraddistinto la cooperazione di credito della quale la Banca è protagonista sul territorio da oltre 100 anni e che la riforma mira a salvaguardare.

“Il nostro modo di fare banca non cambierà, anzi si arricchirà di nuovi prodotti e servizi in linea con le nuove e mutate esigenze dei soci e della clientela continuando a sostenere concretamente privati e aziende nelle forme e nei modi che da sempre contraddistinguono il credito cooperativo. Nel corso del 2018 il Consiglio di Amministrazione della Banca ha lavorato con grande intensità per preparare al meglio il nostro istituto all’ingresso in questo importante gruppo che ci permetterà di migliorare ulteriormente il rapporto con soci e clienti, continuando a rappresentare un punto di riferimento delle nostre comunità”.

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea potrà contare sull’adesione di 142 Bcc che operano su 1.738 comuni, con una rete di 2.647 filiali, diventando la terza banca in assoluto come numero di sportelli.

Avrà una base sociale di 750 mila soci con oltre 4 milioni di clienti, un patrimonio netto di 11,5 miliardi, un attivo di 148 miliardi, impieghi lordi per 93,3 miliardi e una raccolta diretta di 102,4 miliardi.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.