Bollette pazze, gazebo raccola firme Lega Salvini premier

A seguito delle bollette pazze che in questi giorni stanno arrivando nelle case di migliaia di canicattinese, il Circolo locale”Lega Salvini Premier” ha organizzato una raccolta firme che si è tenuta ieri pomeriggio, presso la villa Comunale di Canicattì dalle 17,30 alle 20,30.

Questo il comunicato stampa inviatoci dalla Responsabile Comunicazione Circolo Lega Salvini Premier di Canicattì, Avv. Maria Pia Coviello.

“Il Circolo “Lega Salvini Premier” di Canicattì, in persona del Commissario Cittadino Diego Ficarra ha organizzato una raccolta firme contro gli avvisi di accertamento inviati nei giorni scorsi dal Comune di Canicattì.

Il Comune di Canicattì ha voluto fare un regalo ai suoi cittadini alla vigilia di Natale inviando a tappeto avvisi di accertamento errati senza avere, preliminarmente, constatato  dati catastali, pertinenze, rateizzazioni in corso o se, addirittura, pagamenti già adempiuti – dichiara il commissario cittadino del circolo “Lega Salvini premier” , Diego Ficarra – tutto ciò ha creato una grossa confusione all’intera cittadinanza che per far valere le proprie ragioni si è  dovuta rivolgere agli uffici preposti che si sono presentati carenti di personale e con file  di attesa enormi.

L’unica sola cosa da fare è prenotarsi e attendere nella vana speranza che tutta la vicenza possa risolversi in positivo. il Circolo Lega Salvini Premier di Canicattì, preso atto di tutto ciò e stando sempre dalla parte dei cittadini, con la raccolta firme vuole attenzionare l’amministrazione comunale a dare maggiore chiarimenti ai cittadini e risposte più concrete a salvaguardia dei loro diritti. Ieri sera – conclude Ficarra – abbiamo avuto tanti cittadini che si sono avvicinati a noi ed hanno dato il loro contributo con la loro firma per far valere i loro diritti.

La Lega è sempre dalla parte dei diritti dei cittadini e ci muoveremo ancora su questa tematica nei prossimi giorni con altre iniziative sempre dalla parte dei cittadini”