Canicattì, caso di sospetta turbercolosi: donna rumena ricoverata al barone Lombardo trasferita in centro malattie infettive

2.024 visualizzazioni

Canicattì, caso di sospetta turbercolosi: donna rumena ricoverata al barone Lombardo trasferita in centro malattie infettive

Sospetta Tbc all'ospedale barone LombardoUn caso di sospetta tubercolosi si è verificatop ieri pomeriggio presso l’ospedale barone Lombardo di Canicattì.

Una donna rumena, ricoverata presso il nosocomio canicattinese, è stata trasferita in un centro di malatie infettive per tutti gli accertamenti del caso.

Ieri pomeriggio, non erano disponibili posti presso le strutture specializzate, oggi la donna dovrebbe essera stata ricoverata e nelle prossime ore si avrà la certezza o meno se si tratta di un caso di TBC.

Il direttore sanitario Giuseppe Augello,  ha voluto tranquillizzare la popolazione:

“Oggi di tubercolosi non si muore. La paura per questa malattia è legata più ad una retaggio antico quando non c’erano gli antibiotici e si moriva di tubercolosi. I medici e i sanitari che sono stati a contatto con la donna hanno indossato una mascherina per precauzione”.

 

Condividi su...