I carabinieri della compagnia di Canicattì, agli ordini del capitano Mario Amengoni, sabato e domenica 5 – 6 agosto, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati in genere: Nell’ambito del suddetto controllo sono stati ottenuti i seguenti risultati: Deferito per “violazione colposa di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro” un 41 enne di Canicattì poiché, affidatario in custodia del motocarro piaggio “ape” sottoposto a sequestro amministrativo in quanto veniva sorpreso il 2 maggio scorso, dall’aliquota radiomobile della compagnia, mentre circolava senza la prevista copertura assicurativa e ne denunciava il furto ad opera di ignoti; Deferito per “guida sotto l’influenza dell’alcool” un rumeno di 27 anni residente a Canicattì poiché veniva sorpreso in città, alla guida del proprio veicolo con un tasso di alcol superiore al limite consentito, 2,15 g/l a fronte del massimo 0,5 consentito Deferito per “porto abusivo di coltello” un 23 enne di Favara poiché, in Racalmuto, a seguito perquisizione personale veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di cm 15,5 di cui lama cm 7. Segnalato alla locale prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti un 25enne di Canicattì poichè, seguito perquisizioni personale, in Canicattì veniva trovato in possesso di gr 0,4 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Nonché nell’ambito del  medesimo servizio venivano accentuati i controlli alla circolazione stradale sia nelle strade urbane che extraurbane principali e secondarie, in totale sono state elevate: n. 5 contravvenzioni per mancato uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini; n. 1 guida senza patente (mai conseguita o revocata); n. 2 guida con patente scaduta di validità; n. 3 circolazione senza copertura assicurativa; n. 5 circolazione senza la prevista revisione periodica del veicolo; n. 3 durante la guida utilizzava apparecchio telefonico con le mani; n. 5 mancato utilizzo del casco protettivo per ciclomotori e motocicli, fenomeno che ultimamente ha visto una recrudescenza più da parte degli adulti che dovrebbero dare l’esempio che da parte degli adolescenti n. 5 divieti di accesso n. 7 mancato rispetto dei segnali di obbligo di svolta nell’intersezione con la S.S. 123 diramazione Canicattì uscita “tre ponti”, in quanto sempre accorciare poche centinai di metri alcuni incoscienti usciti da detto bivio ove vi è l’obbligo di svolta a destra direzione Campobello di Licata, svolta a sinistra direzione “grotta rossa” in pieno rettilineo dove, anche in virtù della forte velocità di percorrenza della citata arteria rende tale manovra altamente pericolosa.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.