Riceviamo e pubblichiamo un comuniato stampa inviatoci dai rappresentanti del M5S e del meetup Canicattì in MoVimento in merito al degrado del Calvario di Canicattì. “Il Calvario di Canicattì è una struttura risalente ad una ventina di anni fa ma già presenta vistose deficienze strutturali, frutto di una stagione in cui, fatte salve eccezioni e particolarità, i direttori dei lavori incaricati e le aziende costruttrici erano amici degli amici e facevano  quello che cavolo gli pareva. Tanto a pagare erano i cittadini. Noi del M5S e del meetup Canicattì in MoVimento viviamo in questo paese, abbiamo deciso di cambiarlo con l’aiuto di tutti prima che ci crolli addosso. Pertanto, tramite il nostro portavoce, decidiamo di presentare una interrogazione sul Calvario al Consiglio Comunale con risposta scritta e orale (http://www.movimento5stellecanicatti.it/…/interrogazione-c…/) La risposta che ci arriva da parte dell’Assessore di competenza (http://www.movimento5stellecanicatti.it/…/risposta-assesso…/) è a dir poco allucinante e falsa in molti punti, anche il Sindaco se ne deve fare carico visto che gli assessori li sceglie lui. In pratica l’assessore risponde inizialmente minimizzando che non vi è un problema strutturale ma solo acqua che si infiltra a causa di difetti originali di costruzione tipo le scale ed il piano di calpestio che non sono stati costruiti per niente a regola d’arte. (per la serie che un buon muratore, senza costosi progetti, architetti e direttori dei lavori var, avrebbe fatto meglio) Dalle foto pubblicate qui sotto potete vedere che gli interni sono pericolanti e per sostenere il soffitto ci sono dei puntelli a parte il totale stato di incuria ed abbandono  Poi afferma di stare ulteriormente tranquilli perché una settimana prima delle festività pasquali è intervenuto l’ ufficio tecnico con dei sopralluoghi. Richiediamo allora le copie dei verbali di questi sopralluoghi ma ci risponde che non esiste alcun verbale visto che non hanno tutto questo tempo per stilarli. Come se l’ Assessore e i suoi tecnici gestissero una qualsiasi azienda privata !!!! Signor Sindaco glielo spieghi lei al suo assessore, visto che di professione fa l’ avvocato, che un ente pubblico non è un’associazione bocciofila e tutti gli atti devono essere formalizzati per garantire legalità e trasparenza Nella sua risposta aggiunge che la ristrutturazione del Calvario è stata inserita nel piano triennale delle opere pubbliche, quindi tranquilli, è solo questione di tempo. Ma anche questa è una falsa notizia, ci siamo letti e riletti il piano triennale delle opere pubbliche, la ristrutturazione del Calvario non c’è, punto. Non si rende conto questo assessore di dire queste bugie dinanzi la più importante istituzione democratica della nostra città. Mente sapendo di mentire oppure è uno sprovveduto. Signor Sindaco glielo ricordi lei al suo assessore cosa c’è scritto nell’ art. 54 della nostra Costituzione. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore. Ma non è finita perché finalmente dice una cosa vera. Il Calvario non è in possesso dell’agibilità anzi, aggiunge, che nella stessa situazione versa l’80 % dei beni pubblici. Adesso sì che possiamo stare tranquilli !!! Alla nostra richiesta se esista o meno un regolamento per l’uso e la gestione dello stesso, l’assessore pensa di chiudere la partita rispondendo che non l’hanno ereditato. Questa ci mancava e quasi ci vien da ridere per non piangere. Il Nostro consigliere Fabio Falcone quando nei mesi scorsi, nelle sue funzioni di consigliere comunale ha chiesto di effettuare l’ispezione al Calvario, ha dovuto aspettare che fosse un privato cittadino, quantunque Presidente di un’ associazione religiosa, ad aprirgli la porta!!! Caro Assessore, errare è umano, perseverare è diabolico. BUON LAVORO “