Domani, mercoledì 30 giugno, sciopero generale nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori del settore dei servizi ambientali per chiedere una correzione immediata dell’articolo 177 del codice degli appalti che mette a rischio migliaia di posti di lavoro nel comparto. A proclamarlo sono Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti.

Anche a Canicattì gli operatori ecologici aderiranno allo sciopero pertanto si invitano i cittadini a non esporre all’esterno delle proprie abitazioni i mastelli con i rifiuti previsti in calendario. Saranno garantiti i servizi essenziali, incluso quello riguardante il mercatino settimanale di via Carlo Alberto.