Canicattì, giornata dedicata all’alimentazione Bio: i malti che regalano benessere (Foto e video)

Canicattì, giornata dedicata all’alimentazione Bio: i malti che regalano benessere (Foto e video)

Pomeriggio Bio Bull FitnessL’Asd Bull Fitness, sposando in pieno i principi del vivere sano, ha organizzato un pomeriggio BIO,  un appuntamento dedicato alla  degustazione gratuita di prodotti da forno.

In particolare, in questo articolo, ci concentremo sui benefici apportati da alcuni  prodotti naturali sostituti dello zucchero, i cosiddetti malti.

Nella tradizione macrobiotica e in tutta la cucina orientale i “malti”, di riso, di mais, d’orzo e di frumento, occupano un posto di tutto rispetto: sono i dolcificanti naturali derivati dai cereali che assommano alle qualità di gusto dello zucchero un apporto nutritivo che tonifica l’intero organismo, con un’azione specifica sul sistema nervoso. Il loro utilizzo constante regala energia e migliora il tono dell’umore, spesso incupito dalle prime giornate autunnali. Pur essendo tutti dei potenti tonici per l’organismo, i malti si differenziano per altre specifiche virtù, che ci aiutano nella scelta del nostro “malto ideale”.

Malto di frumento: amico degli occhi

Lavori al computer o sei comunque obbligato a sforzare la vista per parecchie ore di seguito? Soffri spesso di rossori, congiuntiviti e gonfiori agli occhi, palpebre pesanti? Per te, malto di frumento. Ottimo anche per i più piccoli, quando soggetti a infiammazioni della zona oculare e peri-oculare.

Malto di riso: nutre i polmoni

Vulnerabilità polmonare e bronchiale ai primi freddi, gonfiore all’addome, irregolarità intestinali e tendenza alla depressione? Malto di riso. Tra gli altri cereali il riso “nutre” in modo particolare il tessuto polmonare e intestinale. Scegli il malto di riso se senti in modo particolare il disagio del passaggio tra la luce dell’estate e il buio dell’autunno e soffri, soprattutto all’ora del vespro, di labilità d’umore.

Malto di mais: regola reni e vescica

Sei facili prede di cistiti, bruciori all’apparato uro-genitale, senso di stanchezza ai reni? Hai pesanti occhiaie scure? Opta per il malto di mais, protettore per eccellenza delle vie urinarie. La sua efficacia si evidenzia soprattutto coi bambini, anche molto piccoli, che soffrono di infiammazioni alle vie urinarie o di enuresi.

Malto d’orzo: il salva fegato

Problemi di fegato, forfora, eritemi cutanei e infiammazioni? Malto d’orzo. Il suo apporto energetico ha la funzione specifica di “asciugare” il fegato e disintossicarlo da un eccesso di scorie. Ottimo dopo disordini alimentari, una cena ricca di alcolici e superalcolici, stress da “rabbia trattenuta”.

I vantaggi: più gusto, meno calorie

I malti possono essere usati sia crudi sia cotti. Tieni presente che, rispetto al tradizionale zucchero bianco, i malti presentano queste differenze:

– Oltre a dolcificare, insaporiscono il cibo del particolare aroma che li connota. Esattamente come il miele. Visto che ne esistono diverse varietà, buona norma prima dell’acquisto sarebbe assaggiarli sciolti in acqua, tè o caffè e individuare quello che più ci piace.

– Hanno un potere dolcificante leggermente inferiore: la proporzione è di 1 a 1.50 (un cucchiaino di zucchero dolcifica come un cucchiaino e mezzo di malto). Misura da tenere presente nelle preparazione che richiedono l’utilizzo di quantità maggiori del prodotto, come torte, pani dolci, composte di frutta, pudding ecc…

– Sono molto meno calorici dello zucchero (le calorie variano a seconda del tipo di malto); non alimentano la carie e possono essere usati con saggezza anche dai diabetici.

Tratto da Riza.it (https://www.riza.it/dieta-e-salute/mangiare-sano/3441/i-malti-che-regalano-benessere.html)

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.