Il Consiglio Comunale di Canicattì, su proposta dell’Amministrazione, nella seduta del 19 luglio scorso ha approvato il Regolamento per l’Istituzione dell’Autorità Garante della Persona con Disabilità.

Si tratta di un importante atto, previsto da specifiche norme nazionali e regionali, e che si incardina nel solco della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ma soprattutto si tratta del riconoscimento dell’importanza sociale di una figura che ricoprirà un ruolo di garanzia e di osservatorio permanente, non solo per le persone direttamente colpite dalla disabilità e per le loro famiglie, ma per l’intera comunità cittadina.

«Il Garante della Persona con Disabilità – dichiara il Sindaco Ettore Di Ventura – sarà scelto tra personalità in possesso di una conoscenza approfondita dei problemi e dei bisogni legati al mondo della disabilità, e con comprovata esperienza in attività di tutela e salvaguardia dei diritti delle persone con disabilità, dovrà agire per rimuovere tutti gli ostacoli sociali e culturali al raggiungimento di una piena integrazione e per dare pari dignità e opportunità alle persone con disabilità, favorendo le politiche di inclusione sociale ed il miglioramento dell’autonomia personale».

L’Assessore alla Solidarietà, Antonio Giardina, aggiunge: «La sua azione sarà svolta in piena autonomia e con indipendenza di giudizio e valutazione, in raccordo con l’Amministrazione cittadina e in collaborazione con i Garanti nazionale e regionale. Soprattutto, la figura del Garante potrà divenire punto di riferimento per gli Enti territoriali, le Associazioni e le famiglie, stimolando e promuovendo ogni attività diretta a sviluppare la conoscenza, la diffusione e l’avanzamento della cultura in materia di integrazione ed inclusione sociale delle persone con disabilità».

Si precisa che l’incarico, che avrà durata triennale, ha carattere “onorario” ed è a titolo gratuito.