Prosegue l’iter amministrativo per dotare, finalmente, dopo numerosi decenni di proclami disattesi, lo storico stadio di Canicattì, il Carlotta Bordonaro, del manto erboso.

“Un altro, importante, passo avanti è stato compiuto. Sono stati, infatti, aggiudicati i lavori di rifacimento del campo sportivo. Al momento, in attesa che si esauriscano i tempi di legge per eventuali ricorsi, si tratta di un’aggiudicazione provvisoria – commenta il sindac Di Ventura – che consente di portare avanti l’istruttoria per l’effettivo avvio dei lavori, che dovrebbe avvenire entro la fine di Luglio. Ricordo benissimo quel giorno di quattro anni fa, il 30 aprile 2017.

Venivamo da una stagione calcistica esaltante per i nostri colori, e al termine di un match di Promozione tra Canicattì e Casteltermini, presi un impegno chiaro con tutta la Città, non solo con i tifosi biancorossi: il nostro glorioso Stadio avrebbe avuto il suo manto erboso. Gli spettava per blasone e per prospettiva di crescita calcistica.

Forse qualcuno non ha creduto alla sincerità di quella promessa, ma per me ha rappresentato un impegno imprescindibile. La società calcistica e i suoi tifosi non potevano subire l’ennesima delusione. Le difficoltà sono state innumerevoli, ma adesso siamo davvero ad un passo dal realizzare quel sogno.

In questi anni sono stati perfezionati tutti gli atti amministrativi e, nonostante i fisiologici ritardi dovuti anche alla pandemia da Covid-19, siamo ormai alla fine del percorso che potrà dotare finalmente la Città di Canicattì di un impianto Sportivo che, tra l’altro, consentirà una più completa rigenerazione sociale ed economica dell’intera area.Un impianto sportivo moderno che potrà essere utilizzato dalle Associazioni Sportive, dalle Scuole e anche dalle agenzie di spettacolo. Perché è importante capire che un impianto ammodernato, non è fine soltanto alla pratica sportiva, ma un risultato atteso da anni da tutta la Città.”