Medico abuso su collega

Quella che raccontiamo in questo articolo è una storia che sicuramente farà discutere alla luce del fatto che la presunta vittima, all’epoca dei fatti, non aveva ancora 18 anni.

Un medico canicattinese è accusato di violenza sessuale e violenza privata. Il professionista, in diverse occasioni, avrebbe chiuso a chiave la porta del suo studio medico e avrebbe costretto la sua segretaria a subire avance sessuali contro la sua volontà.

In particolare, secondo quanto avrebbe denunciato la ragazza ai carabinieri della locale compagnia, il medico l’avrebbe baciata contro la sua volontà toccandole glutei, seni e cosce.

Il professionista adesso rischia una condanna per violenza sessuale e violenza privata.

Il pubblico ministero, Sara Varazi, ha chiesto il rinvio a giudizio. L’udienza preliminare, che si terrà in presenza degli avvocati Angela Porcello e Salvatrice Sarcià, è in programma il 14 dicembre davanti al gup Luisa Turco.

I fatti sarebbero avvenuti a Canicattì nel periodo compreso fra il 30 marzo e il 26 aprile del 2019.