Controlli polizia stradale.

Controlli polizia stradale.Un controllo straordinario del territorio è stato compiuto questa  notte dagli agenti della polizia stradale a Canicattì. Fino a notte fonda, due pattuglie della Polstrada hanno effettuato dei posti di controllo in viale della Vittoria nei pressi della villa comunale, per entrambi i sensi di marcia. Nel corso del servizio gli agenti, oltre alle normali verifiche  in materia di violazioni al codice della strada, si sono concentrati sul  controllo del tasso alcolico dei guidatori tramite l’ausilio di  etilometro. I risultati del servizio di controllo saranno resi noti nei prossimi giorni.

Quanto si può bere?

Sono state studiate delle formule che consentono di calcolare approssimativamente il tasso alcolico che si raggiunge bevendo un certo quantitativo di alcol (formula di Widmark corretta da Watson ed altri). Esse possono essere semplificate per una facile applicazione. Posto che l’alcol pesa 800 grammi per litro e che la gradazione alcolica indica la percentuale di alcol in volume, un litro di vino a 12° conterrà 120*0,8 = 96 gr. di alcol. Le bevande comunemente usate vengono consumate in dosi che contengono circa 10 gr. di alcol: questa dose è infatti contenuta in un bicchiere da 1/10 di vino a 12°, in un bicchiere da un quarto di birra a 5°, in un bicchierino medio di liquore (20 cc quello standard da bar con 6,5 gr di alcool; circa 10 grammi in un bicchierino un po’ abbondante, da 30 cc). È quindi facile calcolare quanti grammi di alcol si berranno o si sono bevuti complessivamente, trasformando ogni consumazione in dosi da 10 grammi; ad es.: Mezzo litro di vino = 5 bicchieri = 5*10 = 50 gr Mezzo litro di birra = 2 quarti = 2*10 = 20 gr Un digestivo e un grappino = 2 bicchierini = 20 gr Come soggetto ideale prendiamo la persona che ha fatto una piccola colazione e teniamo conto del suo peso “netto”, trascurando cioè il peso dovuto al grasso superfluo (non quello che fa parte del peso forma e che deriva dalla struttura muscolare ed ossea!). Se essa è a stomaco vuoto toglieremmo dal risultato 4 grammi di alcol, se ha fatto un pasto normale aggiungeremo 4 grammi; se ha fatto una gran mangiata, altri 4 grammi. Il soggetto, se di sesso maschile può bere al massimo, se non vuole superare lo 0,5/°°°, tanti grammi di alcol quanto è il suo peso in kg moltiplicato per 0,53 (cioè, con una semplificazione irrilevante, moltiplicando per 5 e dividendo per 10); ad es. 70 kg x 5 = 350, diviso 10 = 35 grammi, corrispondenti a 0,35 litri di vino (tre bicchieri e mezzo) o 0,6 litri di birra (due bicchieri da 1/3 di litro) oppure a 2 grappini scarsi. Per la donna si fa lo stesso calcolo, ma si tolgono 3 grammi dal risultato; nell’esempio si otterrebbero quindi 32 grammi di alcool. Questi dati sono relativi a quantitativo bevuto nel giro di un’ora; se il soggetto maschile lo bevesse in due ore, potrebbe bere 42 gr , raggiungendo il tasso massimo dopo 3 ore; se il soggetto di 70 kg lo bevesse in tre ore, potrebbe bere 51 grammi raggiungendo il massimo dello 0,5/°°° dopo 4 ore. Per soggetti molto robusti e con stomaco pieno il tempo occorrente per raggiungere il tasso massimo può essere aumentato di un’ora Se si vuol tenere conto anche di questo fattore, aggiungere 8 grammi per ogni ora di durata della bevuta, oltre la prima. Ecco una tabellina per il calcolo immediato: basta fare la moltiplicazione del peso e poi computare le altre voci  

Tasso 0,8/°°°Tasso 0,5/°°°
Peso “netto” moltiplicato per 0,75
…….
Peso “netto” moltiplicato per 0,5
………
Se donna
– 6
Se donna
– 3
Se a stomaco vuoto
0
Se a stomaco vuoto
0
Se durante o dopo pasto normale
+ 4
Se durante o dopo pasto normale
+ 4
Se durante grande mangiata
+ 8
Se durante grande mangiata
+8
Durata della bevuta 2 ore
+ 8
Durata della bevuta 2 ore
+ 8
Durata della bevuta 3 ore
+16
Durata della bevuta 3 ore
+16
Totale gr
…….Totale gr………

 

Quando si ritorna sobri?

  Dopo quanto tempo si è di nuovo in regola? Posto che il massimo si raggiunge un’ora dopo aver finito di bere, gli esperimenti ci dicono che il corpo umano riesce a consumare circa 7 gr di alcool all’ora e che il tasso diminuisce dello 0,15/°°° ogni ora; per chi ha raggiunto il 2/°°° (116 grammi per 70 kg) occorrono 13,5 ore per essere allo 0/°°° e 10-11 ore prima di raggiungere lo 0,5/°°°. Per conoscere quindi il tasso dopo un certo numero di ore dalla fine della bevuta basterà detrarre dal tasso massimo raggiunto il valore dato dal numero di ore moltiplicato per 0,15/°°° (ad esempio, in 10 ore si perderà lo 1,5/°°°; se si era giunti al 2/°°° si sarà ancora al limite dell’ebrezza legale).   Esempio pratico: esaminiamo il caso di uomo grasso alto m. 1,80 e pesante 100 kg; togliamo 20 kg di grasso e abbiamo un peso utile di 80 kg. Supponiamo che intenda bere per 3 ore facendo un pasto molto abbondante. Avremo, dalla tabella, i valori 40 +8 +16 = 64 gr, il che significa che potrà bere, ad esempio, ad un aperitivo (10 gr) più 0,44 litri di vino (4 bicchieri = 40 gr), più un grappino (10 gr).  

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.