Canicattì, presidente di seggio nomina cognata e marito come componenti: chiuse le indagini preliminari

Canicattì, presidente di seggio nomina cognata e marito come componenti: chiuse le indagini preliminari

Si sono concluse pochi giorni fa le indagini preliminari portate avanti dalla Procura di Agrigento nei confronti di tre persone canicattinesi con l’accusa di abuso d’ufficio e di usurpazione di funzione pubblica.

A quanto pare, i 3 sarebbero stati iscritti nel registro degli indagati in seguito alle scorse elezioni regionali per via di una violazione di legge riguardante la nomina degli elementi della commissione scrutatrice, avente il compito di gestire i voti espressi nei seggi, che esclude la nomina di segretario ad una persona legata da vincolo parentale.

Nel dettaglio, il presidente di un seggio, una donna, pare abbia nominato nelle funzioni di segretario la cognata e in quelle di scrutatore il marito facendo così partire l’inchiesta portata avanti dagli uomini del commissariato di Canicattì e dalla Digos, in seguito ad un forte contrasto, avvenuto all’interno del seggio, tra un rappresentante di lista e il presidente del seggio.

Gli stessi poliziotti canicattinesi hanno dunque consegnato ai protagonisti della faccenda l’avviso di conclusione delle indagini.

Di Pietro Geremia

 

Ti potrebbe interessare anche  Canicattì, parco di via della Costituzione: l'appello dei residenti "Tolleranza zero nei confronti degli incivili"

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.