ettore-di-ventura-sindaco-

La notizia della cagnolina fotografata in condizioni estreme e le cattive condizioni del rifugio sanitario di Canicattì rilanciate a livello nazionale dal Tg1 della Rai e dal ministro Costa che si è mosso dalla sua segreteria per chiedere una immediata indagine sull’accaduto.

Tutto questo clamore ha esposto il Sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ad un linciaggio mediatico che, in alcune occasioni, è sconfinato in minacce e frasi frasi diffamatorie pubblicate in vari profili privati e su gruppi di associazioni animaliste .

A tal proposito è intervenuta la responsabile della Lai (Lega Antispecista Italia) Ilaria Fagotto, che ha ritenuto completamente fuori luogo gli attacchi rivolti al primo cittadino.

“Ritengo che il Sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, sia una persona assultamente perbene e tutt’altro che anti animalista – commenta Ilaria Fagotto – questi attacchi personali pubblicati sui social sono assolutamente fuori luogo, ho trovato sul posto persone collaborative e uno straordinario nucleo dei carabinieri che, con più pattuglie e personale specializzato, è giunto sul posto per ispezionare la zona. Ripeto non si continui, da più parti, a questo linciaggio mediatico nei confronti del Sindaco che ho conosciuto personalmente ed è una persona squisita.

Ovviamente se ha una struttura sanitaria monitorata dall’Asp e l’autorità sanitaria gli assicura che è tutto a posto e glielo mette pure per iscritto non ha assolutamente responsabilità. E’ evidente che quello che è accaduto a Canicattì non è attribuibile ad una condotta negligente del Sindaco ma ad altre situazioni sulle quali relazionerò in giornata”.

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco Di Ventura che ha annunciato azioni legali nei confronti di coloro che hanno pubblicato espressioni diffamatorie.

“Per quanto riguarda il rifugio sanitario di Canicattì verrà fatta chiarezza per quanto è successo. Certamente interesseremo l’autorità giudiziaria per tutte le espressioni diffamatorie e le volgarità che sono state dette e scritte. Il tempo è galantuomo!”.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.