Vincenzo Lo Giudice, ex assessore regionale ed ex sindaco di Canicattì, arrestato diversi anni fa per un coinvolgimento mafioso e condannato ad una pesante pena, è stato condannato dalla Corte Suprema alla pena di 8 mesi di reclusione per aver violato gli obblighi di sorveglianza speciale. Lo Giudice infatti, era stato condannato perchè, nei periodi in cui era sottoposto al regime cautelare, si era presentato in aula consiliare per una seduta straordinaria del consiglio comunale di Canicattì. I suoi avvocati avevano presentato il ricorso che però non è stato accolto rendendo definitiva la pena ad 8 mesi di reclusione.

Di Salvatore Gioacchino Cacciato