Si infittisce il mistero sull’atto vandalico messo in atto nella scuola Padre Gioacchino La Lomia in via San Vincenzo. Come si vede dalle foto  che abbiamo pubblicato, sul pavimento sono stati disegnati dei chiari simbolici satanici e inoltre sono stati bruciati due crocifissi, ci si chiede adesso se si tratta di una semplice bravata per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica o se dietro c’è qualcosa di più complesso. L’allarme satanismo non è nuovo nella nostra provincia, qualche mese fa ad Agrigento era stata trovata, nei pressi della rupe atenea, una tunica nera con cappuccio, simile a quelle utilizzate per celebrare  pratiche esoteriche. L’episodio di Canicattì, preoccupa molto sia i genitori che i docenti che si sono riuniti per discutere della sicurezza degli istituti presi di mira. Intanto gli investigatori stanno cercando elementi utili per riuscire a risalire all’identità dei responsabili. Il sindaco di Canicattì, nel suo profilo Facebook, ha espresso indignazione per quanto accaduto: “Esprimo profondo rammarico e rabbia per i violenti danneggiamenti perpetrati da vandali senza scrupolo a danno della Scuola P.G.La Lomia – commenta il primo cittadino, Ettore Di Ventura – ferisce la mancanza di rispetto per il luogo dove i nostri figli crescono e imparano a stare a mondo. Mi auguro che questi vigliacchi e disadattati sociali con il contributo di tutti vengano presto assicurati alla giustizia e che fatti del genere non si verifichino più”.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.