Caso Denise Pipitone: nuove piste investigative da parte della Procura

Caso Denise Pipitone: nuove piste investigative da parte della Procura

Caso Denise PipitoneUlteriori indagini sono state portate avanti dalla Procura di Marsala sul caso ormai noto della scomparsa di Denise Pipitone.

Gli investigatori marsalesi infatti hanno inviato al Ris dei carabinieri di Messina le impronte rilevate in vari luoghi e su

diverse auto, dopo la scomparsa della piccola Denise a Mazara del Vallo l’1 settembre 2004.

 

Adesso, grazie ad alcune nuove metodologie, è possibile rilevare tracce di Dna anche dalle impronte digitali.

Questi nuovi accertamenti mirano ad accertare la possibile presenza di Denise in qualche luogo o su qualche auto dopo il sequestro e sono stati chiesti dall’avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta e da Piera Maggio, madre della giovane scomparsa.

La piccola Denise Pipitone il 26 ottobre dovrebbe compiere 17 anni e, in questi giorni alla redazione di “Chi l’ha visto”, è arrivata una foto di una ragazza che risulta incredibilmente simile all’immagine dell’invecchiamento di Denise realizzato dal Ris.

La giovanissima Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo quando aveva quasi quattro anni mentre si trovava vicino alla casa della nonna materna.

Per la sua scomparsa è stata indagata la sorellastra Jessica Pulizzi, anche lei minorenne all’epoca, insieme con l’ex fidanzato Gaspare Ghaleb, entrambi assolti dal Tribunale di Marsala nel giugno 2013 e dalla Corte d’appello di Palermo nel successivo 2015, mentre invece le assoluzioni sono state confermate dalla Corte di Cassazione ad aprile 2017.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.