Pennelli, vernice, sacchi della spazzatura e tanta buona volontà. Ognuno dà una mano come può alla scuola “Livio Tempesta” nel quartiere di San Giuseppe La Rena a Catania.

Un atto di responsabilità che diventa anche occasione di amicizia tra i giovani alunni, il Rotary Club “Catania Duomo 150”, il Rotary Club “Catania Ovest” ed i volontari del gruppo “7 RS della U.S. Air Force” del Nas di Sigonella.

“Abbiamo voluto lanciare un messaggio di aggregazione e di civiltà- spiega Cetty Tumminia, dirigente dell’istituto comprensivo “Fontanarossa” e reggente della “Livio Tempesta”- la scuola appartiene a tutti noi, va preservata da certi atteggiamenti incivili e mantenuta sempre in perfette condizioni.

Desidero ringraziare il presidente del Rotary Club “Catania Duomo 150” Dottor Marcello Stella, il vice presidente del Rotary Club “Catania Ovest” Dottor Alberto Lunetta ed i volontari americani che ci hanno permesso di lanciare un chiaro messaggio di attenzione e partecipazione attraverso le azioni più semplici”.

Avere una coscienza civica vuol dire essere propositivi per una realtà più vivibile. “Il progetto “Adottiamo una Scuola”- spiega Alberto Lunetta, responsabile relazioni esterne della Base Nas Sigonella Americana e vice presidente Rotary “Catania Ovest”– si innesta all’interno della “Community Relation”. Come spesso accade abbiamo unito le forze con altri gruppo rotariani e con il gruppo “7 RS della U.S. Air Force” della Nas di Sigonella per tinteggiare alcune aule di questa scuola. Dopo un periodo di blocco, dovuto alla pandemia, cerchiamo di riprendere le nostre attività di volontariato e di tornare lentamente alla normalità”.

“Vedere oggi che questo lavoro sinergico sta dando i suoi frutti per noi è molto importante- spiega il presidente “Catania Duomo 150” Dottor Marcello Stella– il Service si fa con il cuore, con la mente e soprattutto con le mani come diceva il nostro fondatore Paul Harris”.

Catania, il Rotary Club promuove il progetto "Adotta una scuola"
Catania, il Rotary Club promuove il progetto "Adotta una scuola"