Maltrattamenti in famiglia

Un pomeriggio movimentato quello trascorso a Giarre in provincia di Catania dove un 41enne ha schiaffeggiato la ex suocera e minacciato i carabinieri.

I militari dell’arma erano intervenuti dopo una segnalazione riguardante una lite in famiglia, all’arrivo nel luogo segnalato, un uomo di 41 anni, dopo aver preso a schiaffi la madre della sua ex moglie, ha minacciato di fare lo stesso con i militari intervenuti sul posto.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, reato commesso in danno della ex suocera e moglie, rispettivamente di 76 e 36 anni.

Si è presentato in casa della ex suocera per prelevare i due figli minori in affidamento condiviso con la ex moglie. Sol perché la donna, prima di consegnargli i bambini, desiderava consultarsi con la figlia, l’uomo le ha sferrato un violento ceffone sul volto.

Richiamata dalle grida della madre, l’ex moglie è arrivata in soccorso dell’anziana per essere, però, a sua volta minacciata e rincorsa dall’ex che verosimilmente voleva aggredire anche lei (si precisa che il maltrattante è sottoposto al divieto di avvicinamento alla ex moglie, provvedimento emesso dal Tribunale di Catania nel maggio del 2016).

La richiesta d’aiuto espressa ai carabinieri, ha consentito l’intervento sul posto di una pattuglia che, appena giunta, ha dovuto calmare i bollenti spiriti dell’uomo il quale, seppur in presenza dei militari, continuava a prendere a pugni la porta d’ingresso dell’abitazione dell’anziana al fine di potervi accedere, minacciando nel frattempo uno dei militari “ti do uno schiaffo che ti faccio girare la testa”. Ora si trova ai domiciliari.