Dopo nemmeno un anno dall’orrendo stupro ai danni di una dottoressa della guardia medica a Trecastagni, il Gup di Catania Giuliana Sammartino ha condannato a 8 anni di reclusione per i reati di  violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona il 27 enne Alfio Cardillo. Il fatto avvenne infatti nella metà di settembre del 2017 quando il giovane è stato arrestato dai carabinieri per avere sequestrato e violentato la dottoressa di 52 anni mentre era di servizio alla Guardia medica. Durante il processo la Procura aveva chiesto la condanna a 15 anni di reclusione, che sono stati poi ridotti a 10 per l’accesso al rito alternativo del processo abbreviato. Il giudice inoltre ha fissato un risarcimento del danno non patrimoniale di 60mila euro in favore della vittima, e di ulteriori 5mila per l‘associazione antiviolenza e antistalking Calyspo. “Trovo scandaloso – ha dichiarato la dottoressa dopo la lettura in aula della sentenza – che nonostante la mia segnalazione l’ordine dei medici di Catania non sia stato al mio fianco, ignorando il mio caso. E’ l’ennesima dimostrazione che il sistema è malato”. Il legale dell’imputato infine, ha annunciato ricorso in appello contro la sentenza.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.