Nelle prime ore della mattina di ieri, personale delle Volanti della polizia di Catania ha arrestato due uomini, responsabili entrambi del reato di tentato furto aggravato in concorso e, uno dei due, anche del reato di evasione.

Nello specifico, intorno alle 6:30, diversi equipaggi venivano inviati in una farmacia in zona via Cesare Beccaria, ove era stato segnalato un furto in atto.

Giunti sul posto gli operatori notavano un uomo incappucciato, con in mano degli arnesi da scasso, intento ad armeggiare con la saracinesca della farmacia e, sul marciapiede opposto, un’altra persona, anch’essa incappucciata, che svolgeva la funzione di “palo”, la quale, alla vista dei poliziotti, tentava rapidamente di darsi alla fuga; dopo un breve inseguimento entrambi i presunti autori del furto venivano fermati.

Sull’uscio della farmacia venivano rinvenuti e sequestrati un piede di porco, una barra in ferro di un metro e mezzo e un mattone, mentre addosso ai due individui venivano rinvenuti dei guanti da lavoro, due coltelli a serramanico e delle torce.

Accertamenti esperiti nell’immediatezza dei fatti permettevano di appurare che uno dei due complici risultava in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari mentre l’altro veniva identificato per un minorenne incensurato; i due, inoltre, venivano individuati, tramite la visione di alcuni filmati dei circuiti di videosorveglianza, quali autori di un furto effettuato la stessa notte presso una farmacia in zona c.so Indipendenza.

Esperite le formalità di rito venivano, pertanto, tratti in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, il maggiorenne veniva risottoposto agli arresti domiciliari mentre il minorenne condotto presso un centro di prima accoglienza, entrambi in attesa del giudizio per direttissima.