spari contro rivale

Uno scontro tra bande culminato male quello avvenuti nei giorni scorsi a Gela.

Tutto sarebbe avvenuto all’interno di una stazione di servizio dove un gruppo di gelesi e uno di licatesi si sarebbero violentemente scontrati in seguito al ferimento della sorella di uno dei litiganti, un 34enne originario di Enna, il quale avrebbe reagito sparando ben 7 colpi di pistola calibro 7,65, e con matricola abrasa, nei confronti di un 42enne licatese proprio davanti agli uomini dell’arma dei carabinieri intervenuti prontamente sul posto.

Una volta avvenuto il fattaccio la vittima della sparatoria è stata immediatamente trasportata dai sanitari del 118 in codice rosso presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele” dove si troverebbe tuttora in gravi condizioni, mentre il 34enne responsabile dell’esplosione dei colpi d’arma da fuoco è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco.

Di Pietro Geremia