Un episodio di guida pericolosa ha portato all’intervento deciso della Polizia di Adrano, culminando con il fermo di un uomo di 43 anni, originario della città, che guidava in evidente stato di ebbrezza.

L’incidente si è verificato durante un controllo di routine del territorio, quando gli agenti hanno notato il veicolo compiere manovre brusche e sgommate, un chiaro segnale di guida irresponsabile.

L’uomo, che era l’unico occupante del veicolo, ha mostrato tutti i segni classici di intossicazione da alcol, inclusa difficoltà nel parlare chiaramente e nel mantenere l’equilibrio.

Alla richiesta di sottoporsi al test alcolimetrico, l’adranita ha rifiutato categoricamente, un comportamento che ha portato a una denuncia in stato di libertà, in conformità con le leggi vigenti che prevedono la segnalazione di tali rifiuti all’Autorità Giudiziaria.

Le verifiche successive hanno rivelato ulteriori irregolarità: il 43enne era alla guida senza una patente valida, poiché non rinnovata, e l’auto non era coperta da assicurazione obbligatoria né era stata sottoposta alla revisione periodica richiesta. Di conseguenza, il veicolo è stato sequestrato amministrativamente.

La Prefettura di Catania è stata informata per valutare le sanzioni accessorie e i necessari adempimenti riguardanti il rinnovo della patente di guida dell’individuo.

Questo caso evidenzia non solo i pericoli della guida in stato di ebbrezza ma anche l’importanza del rispetto delle normative stradali per garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada.

Gli sforzi continui della polizia di Adrano sono fondamentali per mantenere l’ordine e la sicurezza pubblica.