I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Modica hanno tratto in arresto in flagranza di reato due fratelli italiani per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione dei militari si è svolta nel corso del dispositivo di controllo del territorio particolarmente rinforzato nelle giornate delle festività, periodo nel quale traffici illeciti di droghe possono incrementarsi notevolmente.

I Carabinieri hanno intercettato il veicolo che si aggirava ad Ispica con a bordo il giovane ispicese di 33 anni e lo hanno sottoposto a perquisizione personale e veicolare.

L’attività ha permesso di rinvenire un cospicuo quantitativo di stupefacente del tipo marijuana. I militari hanno perquisito anche l’abitazione di Ispica dove il giovane vive con il fratello di 30 anni, ed hanno rinvenuto ulteriori dosi di stupefacenti che ammontano complessivamente a: 2 chili e mezzo di marijuana, 57 grammi di funghi allucinogeni ed alcune dosi di sostanza denominata MD, nonché idoneo materiale per taglio e confezionamento.

Tutta la droga ed una cospicua somma contante sono state poste in sequestro. La droga immessa sul mercato avrebbe fruttato oltre diecimila euro. A memoria recente nel territorio modicano non si rinvengono sequestri tanto ingenti di droghe anche di diversa natura, rendendo l’operazione ancor più pregevole.

I due giovani, C.C. e C.D., sono stati arrestati e posti a disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura di Ragusa in attesa di giudizio.

Le operazioni volte al contrasto dei traffici illeciti sono svolte su tutto il territorio di competenza e si rivolgono alle fasce giovani della popolazione per scongiurare le gravissime conseguenze dell’assunzione di droghe.