Si presentano, si mettono in gioco, mostrano la loro azienda, raccontano la propria storia. Sono le donne imprenditrici siciliane che, grazie a un’idea del presidente regionale del Movimento donne impresa, Maria Grazia Bonsignore, hanno accettato di raccontarsi sui social.

I video sono stati realizzati da Alia Pupella, che ha coniugato in un armonioso gioco di colori e suoni, i volti delle imprenditrici, le immagini delle aziende e i racconti-testimonianza.

I video-racconti saranno realizzati in tutto il territorio siciliano e potranno aderire tutte le donne del sistema Confartigianato. Saranno poi pubblicati sulla pagina ufficiale di Instagram (https://www.instagram.com/donne_impresa_sicilia/).

“Ho sentito il bisogno di comunicare alle nuove generazioni, cosa è nel 2022 il mondo dell’artigianato femminile – dice Maria Grazia Bonsignore –, e l’ho fatto chiedendo una mano a mia figlia Alia, che ha ereditato la parte artistica di famiglia, filtrata dalla tecnologia, specializzata in fotografie e video. Abbiamo quindi fatto un viaggio fra le aziende del nostro territorio e abbiamo lasciato che le imprenditrici si raccontassero attraverso immagini, suoni e parole, ad un ritmo veloce immediato e concreto con il linguaggio proprio dei giovani”.

L’iniziativa, che è stata pensata anche per una interazione fra il mondo dell’artigianato e la scuola, è stata presentata nei giorni scorsi nella sede di Confartigianato Sicilia, alla presenza del presidente Giuseppe Pezzati, del segretario di Confartigianato Palermo, Giovanni Rafti, e di una rappresentanza di presidenti di categorie, nel corso del direttivo Donne Impresa Palermo con alcune delle artigiane coinvolte nel progetto.