Licata, porticciolo turistico abusivo: condannato il costruttore

Licata, porticciolo turistico abusivo: condannato il costruttore
Sentenza di condanna , porticciolo Licata

Si è concluso con una sentenza di condanna a tre mesi di reclusione e 10 mila euro di multa il procedimento giudiziario nei confronti dell’ imprenditore di Sommatino Luigi Francesco Geraci, 76 anni, titolare della società “Iniziative immobiliari” ditta costruttrice del porticciolo di Licata.

I reati contestati erano di occupazione abusiva di suolo pubblico e abuso edilizio. Secondo quanto contenuto nel dispositivo, il porticciolo turistico di Licata è abusivo ed è stato costruito con opere illegittime su un’area di proprietà del demanio dove non era stato autorizzato ma non furono commessi brogli per “salvare” il costruttore Geraci inerenti il pagamento degli oneri concessori che sono stati quantificati in 7 milioni di euro.

L’imprenditore sommatinese, è stato assolto dall’accusa di abuso d’ufficio. La pena sarà sospesa se le opere abusive saranno demolite.

Assolti gli altri sei imputati tra questi dirigenti ed ex dirigenti del comune di Licata.

Ti potrebbe interessare anche  Agrigento, accusati di aver abbandonato rifiuti nelle campagne: terminate indagini per 41 sospettati

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.