Licata, arresto per spaccio

In data 16 agosto 2020, la Polizia di Stato ha proceduto all’arresto di M.G. classe 1980, ritenuto responsabile del reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

In particolare, nel corso di mirata attività di polizia info-investigativa, gli investigatori del Commissariato di P.S. di Licata congiuntamente agli uomini della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, si portavano su un fondo agricolo sito in una contrada licatese, dove, nascoste tra le piante di canapa light (canapa industriale legale), rinvenivano piante di canapa illegale, in piena fioritura. M.G., coltivatore del fondo, pregiudicato e già sottoposto ad avviso orale, di fronte all’evidenza dei fatti ammetteva le proprie responsabilità. Nel corso della perquisizione sono state sequestrate 77 piante di marijuana, alte mediamente tra i 30 ed i 50 cm, per un totale di circa Kg 13,500.

Attesa la gravità del reato, i poliziotti procedevano all’arresto del M.G. ed al sequestro del quantitativo di sostanza illegale rinvenuta. Dopo gli accertamenti di rito, M.G., come disposto dall’A.G., veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa della convalida.

In data odierna, l’arresto veniva convalidato ed M.G. veniva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.