Un’importante operazione di perquisizione e controllo è stata recentemente messa in atto dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico di Palermo, Agrigento e Trapani, come parte di un’intensa attività di contrasto all’ingerenza criminale nel settore agro-pastorale.

L’operazione ha riguardato diversi comuni della provincia di Agrigento, tra cui Santa Margherita del Belice, Montevago e Sambuca di Sicilia, e si è concentrata su aziende agricole e allevamenti.

Le indagini sono state innescate da una misura cautelare disposta dall’Autorità Giudiziaria di Palermo, che ha portato la polizia a eseguire perquisizioni mirate non solo verso gli arrestati ma anche verso individui ritenuti vicini a loro.

Contestualmente, sono stati effettuati controlli di natura veterinaria ed igienico-sanitaria per assicurare la conformità delle pratiche agricole alle normative vigenti.

Durante i controlli, effettuati in quattro stabilimenti di ovini, due caseifici e un deposito di latte nel Comune di Santa Margherita Belice, è emersa una serie di irregolarità.

I medici veterinari, con il supporto delle forze di polizia, hanno scoperto discrepanze significative tra il numero di animali registrati nella Banca Dati Nazionale delle Anagrafi Zootecniche e quelli effettivamente presenti.

Queste includono la mancanza di circa 40 animali adulti e la presenza di circa 100 ovini non identificati e circa 30 con identificazione incompleta.

In un altro caso, un allevamento non era registrato correttamente nella BDN, e circa un centinaio di animali presentavano problemi di identificazione. Di conseguenza, è stato imposto un blocco immediato dei movimenti da e verso l’attività.

Un’ulteriore irregolarità è stata riscontrata in un’azienda ad Agrigento, dove 53 ovini erano privi del necessario “documento di accompagnamento”, portando a un analogo blocco dei movimenti fino alla risoluzione delle non conformità.

Questa vasta operazione di controllo evidenzia l’impegno delle autorità nella lotta contro le pratiche illegali nel settore agro-pastorale e nel mantenimento di elevati standard di sicurezza alimentare.

L’azione mira a proteggere la sanità pubblica e a garantire che i prodotti agro-alimentari siciliani rispettino tutte le norme sanitarie e legali, rafforzando così la fiducia dei consumatori nei prodotti locali.

Operazione di Controllo su Aziende Agricole in Sicilia: Misure Rigorose per Garantire la Sicurezza Alimentare