Compiva evoluzioni tra i bagnanti mettendone a rischio l’incolumità. Alcune persone  hanno segnalato alla Guardia costiera di Palermo un acquascooter che si avvicinava troppo alla battigia, troppo vicino alla gente in mare. Gli episodi sono stati segnalati a Isola delle femmine ma il mezzo era riuscito a dileguarsi. I militari della guardia costiera di Palermo, dopo accurate indagini, sono riusciti a rintracciare il proprietario al quale hanno sequestrato l’acquascooter. Il mezzo era stato ripreso da diversi bagnanti che avevano inserito i video sui Social. Quali sono le regole da rispettare per guidare un acquascooter? Chi vuole guidare l’acquascooter deve rispettare le seguenti norme: Deve conservare, a bordo del mezzo, i documenti previsti dalla normativa sul diporto (certificato uso motore/dichiarazione potenza motore): chiunque venga trovato senza tale documentazione subisce l’applicazione di una multa da 50 a 500 €; deve navigare entro 500 metri dalla costa: l’infrazione è punita con la sanzione amministrativa da 103 a 516 €; deve avere una copertura assicurativa obbligatoria di responsabilità verso i terzi: la violazione di tale norma comporta una multa da 241 a 841 € ed il sequestro amministrativo dell’acquascooter.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.