Palermo, detenevano in casa cocaina e crack: arrestati padre e figlio nel quartiere Ballarò

207 visualizzazioni

Palermo, detenevano in casa cocaina e crack: arrestati padre e figlio nel quartiere Ballarò

Non si placa l’azione di contrasto dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo tesa al dilagante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei quartieri rionali della città.

Questa volta ad entrare in azione i Carabinieri della Squadra Motociclisti del Nucleo Radiomobile, che durante un servizio antidroga organizzato nel quartiere Ballarò, hanno fatto irruzione ed eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di A.M., 44 anni, e A.M., 16 anni, rispettivamente padre e figlio.

Durante le delicate fasi operative, il sedicenne, con una mossa fulminea ha cercato di disfarsi di un sacchetto, lanciandolo dal balcone, particolare che non è sfuggito agli investigatori che nel frattempo avevano accerchiato l’immobile prossimo al quartiere di “Ballarò”. I Carabinieri ben appostati si sono accorti di tutto e hanno subito recuperato il pacco, rinvenendo all’ interno 215 grammi di cocaina solida, 57 grammi di crack, suddiviso in 4 involucri in cellophane e un bilancino di precisione, indispensabile per la pesatura delle singole dosi.

Pertanto, per i due congiunti padre e figlio sono stati tratti in arresto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le competenti Autorità Giudiziaria che hanno coordinato le indagini hanno disposto, per il padre la misura cautelare in carcere, si sono pertanto aperte le porte del “Pagliarelli”, mentre per il figlio minore è stato associato presso il Centro di Prima Accoglienza per minorenni “Malaspina” di Palermo.

Tutta la sostanza stupefacente recuperata nel corso dell’operazione antidroga dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, sarà sottoposta ad analisi di laboratorio a cura del L.A.S.S. Carabinieri di Palermo, al fine di accertare l’esatta purezza della stessa.

Complessivamente il valore della c.d. “pietra grezza” di cocaina, posta sul mercato clandestino dello spaccio al dettaglio avrebbe fruttato una somma superiore ai  50.000 €, mentre per il crack circa 6.000 €.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.