Trasportato in elisoccorso da Petralia Sottana (Pa), è stato trattato nella camera iperbarica dell’ospedale di Partinico (Pa). E’ un uomo di 35 anni, originario del Bangladesh, la vittima di una intossicazione da monossido di carbonio, trovato privo di coscienza all’interno di una roulotte.

Il trattamento a Partinico è stato gestito dagli anestesisti rianimatori Francesca Timpone e Giovanni D’Agostino, dall’infermiera, Anna Romano e dai tecnici iperbarici, Daniele Lunetto e Gino Lunetto.

Il servizio di camera iperbarica di Partinico – attualmente struttura di riferimento nella Sicilia occidentale per le emergenze – è coordinato da Calogero Agrò ed opera all’interno della unità di anestesia e rianimazione, diretta da Sandro Tomasello.

Il paziente al termine del trattamento è stato trasferito nel reparto di terapia Intensiva “no-covid” dello stesso ospedale di Partinico.