Palermo, Orlando iscrive all’anagrafe 4 stranieri con permesso di soggiorno

121 visualizzazioni

Palermo, Orlando iscrive all’anagrafe 4 stranieri con permesso di soggiorno

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha firmato i primi provvedimenti per l’iscrizione all’anagrafe di 4 stranieri con permesso di soggiorno in corso per motivi umanitari e come richiedenti asilo, nonostante il decreto sicurezza lo vieti.

Dopo le verifiche di legge da parte della polizia municipale, sarà formalizzato il rilascio della residenza con l’iscrizione degli stranieri sul portale anagrafico attraverso le credenziali d’accesso del sindaco, che così si assume la piena e unica responsabilità dell’atto.

I quattro provvedimenti erano stati ritenuti “irricevibili” dall’anagrafe alla luce del decreto Salvini, ma il sindaco ha deciso di agire direttamente come “ufficiale di governo e ufficiale d’anagrafe”.

Orlando fa riferimento “alle statuizioni a livello internazionale e alla vigente normativa costituzionale italiana per evitare, in caso di errata applicazione, il rischio di violazione dei diritti umani e conseguente violazione della legge umanitaria internazionale, al fine anche di non pregiudicare l’attuazione dei diritti fondamentali della persona”.

Per Orlando, “è obbligo del sindaco rispettare la Costituzione e ad essa adeguare la propria attività, procedendo ad una doverosa lettura costituzionalmente corretta e sistematicamente adeguata”. 200 le pratiche in attesa.

Fomte: gds.it
(http://palermo.gds.it/2019/02/01/palermo-orlando-iscrive-allanagrafe-4-stranieri-con-permesso-di-soggiorno_994350/)

Condividi su...

Un commento su "Palermo, Orlando iscrive all’anagrafe 4 stranieri con permesso di soggiorno"

  1. Pippo   2 Febbraio 2019 at 7:49

    Io indagherei su questi permessi di soggiorno, chi gliel’ha procurati questi permessi e come? Costituzione o no, non è il Sindaco che fà la costituzione, in Italia c’è una burocrazia e il Sindaco deve avere l’ok dagli organi governativi, di conseguenza il Sindaco Orlando ha trasgredito la legge. Se Orlando fà la legge a modo suo, allora tutti possiamo fare la legge a modo nostro, basta leggere la costituzione e seguirla senza che nessuno ci può dire nulla.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.