Si dice che i cani siano i migliori amici dell’uomo, ma non è sempre vero il contrario, come ha dimostrato l’ennesimo episodio di maltrattamento di un cucciolo verificatosi nei giorni scorsi nella zona della Stazione Centrale.

Un cittadino rumeno, poi denunciato, è stato sorpreso da una coppia di coniugi a percuotere, picchiare e lanciare contro le auto in sosta un cucciolo di cane di appena due mesi. L’abietto atteggiamento da parte dell’uomo non sarebbe stato inedito ma già notato in almeno un’altra circostanza, giorni addietro sempre sulla stessa via.

I poliziotti intervenuti si sono immediatamente adoperati per rifocillare il cagnolino, un meticcio, che hanno trovato sulla strada impaurito, tremante, affamato e con una vistosa ferita sull’orecchio.
Il cagnolino, per altro privo di microchip, si sarebbe subito abbandonato tra le braccia dei suoi soccorritori in divisa, dimostrando di sapere distinguere il calore umano di chi con gli animali sa entrare in empatia dall’insensata ostilità di chi li ritiene degli oggetti.

Dopo essere stato medicato e sfamato dalla coppia di coniugi, colpiti in precedenza da tanta spietatezza, il cucciolo è stato affidato, a tarda sera, a personale qualificato del Comune che ha provveduto al suo inserimento in una struttura idonea e sicura.