Nella mattinata di ieri un’attività di parcheggio e autolavaggio abusivi sono stati sottoposti a sequestro penale e amministrativo, da parte degli uomini appartenenti alle squadre per la tutela patrimonio artistico e di protezione ambientale della polizia municipale di Palermo, per via di certificazioni scadute o non pervenute come la cosiddetta Aua, l’autorizzazione unica ambientale, indispensabile per l’attività di autolavaggio. L’area interessata al sequestro inoltre, corrispondente a circa 1.700 metri quadrati, era stata adibita a parcheggio di veicoli nonostante fosse presente un fabbricato storico residuo a due piani fuori terra che costituiva verosimilmente la casa del custode di quella che un tempo era la villa dei principi Deliella, demolita nel 1959. All’interno dell’area vi erano custoditi una quarantina di veicoli privati che, dopo il sequestro dell’attività,  titolari dovranno restituire ai legittimi proprietari.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.